In offerta!

ONE PLUS 6T

580,00 150,00

Se conoscete OnePlus, saprete già che in questa sezione è racchiuso il meglio che si possa trovare nella fascia di prezzo in cui compete. Quest’ultimo aspetto è centrale quando si cerca di inquadrare uno smartphone come OnePlus 6T, che non eguaglia la completezza tecnica di Huawei Mate 20 Pro ma viene via con un esborso parecchio inferiore, pur mettendo sul piatto un’esperienza paragonabile a quella offerta dai top di gamma da mille e passa euro.

A dirigere ogni operazione c’è la CPU Snapdragon 845 di Qualcomm, octa core a 10 nanometri fino a 2,8 GHz, affiancata dalla GPU Adreno 630. Per quanto riguarda la memoria RAM si spazia da 6 a 8 GB accoppiati a 128 o 256 GB di memoria interna UFS 2.1 2-LANE non espandibile. Viene dunque abbandonata la configurazione base con 64 GB di storage. Il display è un’unità AMOLED – presumibilmente prodotta da Samsung come sui OnePlus precedenti – in formato 19,5:9 da 6,41 pollici con risoluzione Full HD+ (2340 x 1080 pixel) e supporto ai profili colore sRGB e DCI-P3 protetto da un vetro Gorilla Glass 6 di Corning.

Nessuna variazione sulle fotocamere, che restano le medesime di OnePlus 6. Anteriormente c’è un sensore Sony IMX 371 da 16 megapixel con apertura f/2.0 e stabilizzazione elettronica dell’immagine. I video possono essere catturati al massimo in 1080p e 30 fps. Posteriormente c’è una configurazione doppia composta da un sensore principale Sony IMX 519 da 16 megapixel con apertura f/1.7 e stabilizzazione sia ottica (OIS) che elettronica (EIS) e da un sensore secondario Sony IMX 376K da 20 megapixel con apertura f/1.7. I video arrivano al 4K fino a 60 fps, mentre il Super Slow Motion cattura in 1080p a 240 fps o in 720p a 480 fps.

Lato connettività, su OnePlus 6T possono essere ospitate due nano SIM e ci sono 4G/LTE fino a 1 Gbps in download, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac 2×2 MIMO, Bluetooth 5.0 con aptX e aptX HD, NFC, GPS, GLONASS, Galileo, BeiDou, USB-C 2.0. Il lettore di impronte digitali è stato rimosso dalla superficie posteriore per essere ospitato anteriormente dal display, soluzione che OnePlus ha denominato Screen Unlock. La batteria è un’unità da 3.700 mAh con ricarica rapida (chiamata in precedenza Dash Charge) fino a 20 watt (5 volt 4 ampere).

Design di OnePlus 6T

OnePlus 6T mostra due macro differenze rispetto al predecessore: il notch a goccia e l’assenza del lettore di impronte digitali appena sotto le fotocamere. Ottimo il lavoro di ottimizzazione compiuto sulla tacca dai progettisti, che giova dello spostamento della capsula auricolare a cavallo tra vetro e scocca regalando al pubblico uno smartphone più armonioso, e con uno schermo che occupa l’86% della superficie frontale.

La leggera variazione del fattore di forma, passato da 18,5:9 a 19,5:9, ha ridotto la larghezza incrementando l’altezza, mentre le aggiunte di Screen Unlock e di una batteria da 400 mAh in più ha inficiato su spessore e peso. La superficie posteriore è rimasta in vetro ma anche stavolta OnePlus ha mancato l’appuntamento con la ricarica wireless.

Le dimensioni dunque variano leggermente rispetto al predecessore: 157,5 x 74,8 x 8,2 millimetri e 185 grammi di peso. Per cui non potranno essere utilizzate le cover di OnePlus 6.

Categorie: ,

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “ONE PLUS 6T”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *